CulturaMusica

Deproducers (Cosma, Casacci, Sinigallia, Maroccolo): “DNA” è la nuova opera in collaborazione con AIRC per la ricerca sul cancro

Dopo ‘PLANETARIO’ (le stelle, l’infinito…) e ‘BOTANICA’ (la terra sulla quale viviamo) i DEPRODUCERS – supergruppo composto da VITTORIO COSMA, GIANNI MAROCCOLO, RICCARDO SINIGALLIA e MAX CASACCI dei Subsonica -presentano la loro nuova opera: DNA (le cellule, l’infinitamente piccolo…).

DNAè la nuova Opera originale dei DEPRODUCERS in collaborazione con AIRC – da 50 anni principale polo privato di finanziamento della ricerca sul cancro in Italia – ed il prezioso intervento del filosofo Telmo Pievaniche, assieme a Vittorio Cosma, ha scritto i testi raccontati dal vivo dalla voce narrante dello stesso Telmo Pievani e da Riccardo Sinigallia. Grazie a brani musicali inediti, immagini suggestive e ad una scenografia costruita ad hoc,una conferenza scientifica diventa uno spettacolo live insolito, coinvolgente ed appassionante rivolto ad un pubblico eterogeneo amante della Musica e delle origini della vita.

È Musica che si insinua tra i sensi di chi l’ascolta, accompagnando le parole e aiutando a comprenderle meglio, in una complessa quanto naturale sinergia che dimostra la capacità dei Deproducers di utilizzare gli strumenti dell’uomo per spiegare i meccanismi delle cellule. Chitarra, basso e tastiere si scambiano continuamente i ruoli per dare voce alle cellule della vita. Si racconta la storia che accomuna ogni essere umano, dalla formazione delle prime cellule alla comparsa dell’HOMO sapiens, fino alle nuove conquiste della genetica.

Il risultato è un percorso, rigoroso ma accessibile, alla scoperta di alcuni dei temi più affascinanti con cui l’uomo comune si confronta cercando risposte. Contemporaneamente si sottolinea il valore della ricerca scientifica come strumento fondamentale contro il cancro e metafora del processo di miglioramento di se stessi attraverso la conoscenza.

 

Previous post

Marlene Kuntz e il "doppio": live per i 20 anni di "Ho Ucciso Paranoia". Il 12/07 al Rock in Roma

Next post

Panta, la band finalista al concerto del 1 Maggio

Redazione

Redazione