Formula E a Roma

Arriva nella Capitale il campionato mondiale della FE

Si terrà il 14 aprile 2018 la tappa italiana del Gran Premio della Formula E. La competizione internazionale dedicata all’auto 100% elettrica parità il prossimo 2 dicembre ad Hong Kong e si concluderà il 28 luglio 2018 a Montreal. È stato presentato il progetto alla Nuvola dell’Eur dove la sindaca Raggi e il presidente della nuova Formula 1 versione green Alejandro Agag hanno battezzato questo progetto. L’evento utilizza le stesse regole mediatiche della Formula 1, tanto che verrà trasmesso in televisione su Italia Uno e Italia Due. Insomma, Roma avrà i riflettori puntati e non può trovarsi impreparata. Il percorso è di 2,8 Km e passerà per il Palazzo dei Congressi, il Salone delle Fontane e l’Obelisco.
Dichiara la sindaca: “con questa manifestazione l’indotto economico sarà notevole, porterà investimenti e di conseguenza benefici concreti alla città. È importante che Roma diventi sempre più aperta all’eco sostenibilità perché per la nostra Amministrazione la tutela dell’ambiente e di conseguenza la mobilità sostenibile sono punti fondamentali”.
Le case automobilistiche che concorrono al Gran Premio sono di altissima levatura, dall’Audi, alla DS, alla Renault, alla Mahindra e la Jaguar. Parteciperanno anche brand di innovazione come NIO.

“Il Gran Premio della Formula E rappresenta – dichiara il Presidente di Federturismo Confindustria Gianfranco Battisti – un importante successo per la città di Roma che avrà come protagonisti lo sport, la sostenibilità ambientale e il turismo. Sarà un’occasione unica di visibilità e di rilancio della città a livello internazionale in nome dell’innovazione, della salvaguardia dell’ambiente e della mobilità sostenibile, così come motivo di richiamo per più di 40mila visitatori”.

Da sempre i grandi eventi sportivi hanno un impatto importante sul territorio in termini di investimenti e flussi turistici proprio perché contribuiscono a creare interesse sulla città che li ospita. Capitalizzare il valore del turismo sportivo e fare dello sport un driver di sviluppo del turismo e dell’economia è uno degli obbiettivi principali dell’evento.

Giorgia Isabella Tripaldi